Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

martedì 10 maggio 2011

Elezioni comunali a Bonarcanto


Bonarcado2.0
Sono una novità assoluta, lista composta da giovani che hanno deciso di entrare nella stanza dei bottoni per organizzare e fare funzionare la macchina amministrativa bisognosa di nuova linfa vitale.
Il gruppo nato dalla voglia di mettersi in gioco con intento fare squadra e darsi da fare per portare Bonarcado a passo con tempi.
Il programma bene articolato nato dalle esigenze di tutti i cittadini, racchiude, penso io, un po i sogni di tutti; esso mira a obiettivi ambiziosi ma non impossibili ..

A mio avviso questi ragazzi meritano consensi da parte di tutti, meritano essere messi alla prova, anche perché peggio del precedente consiglio non possono fare di certo, poi é marcata la loro determinazione sin da quando hanno deciso di scendere in campo, quindi per il paese sarà veramente un'ondata nuova di freschezza e come vediamo ne abbiamo urgente bisogno.

Non possiamo perdere questa occasione singolare nella storia amministrativa del comune di Bonarcado. Un gruppo di persone preparate, giovani, che vogliono rompere i vecchi schemi nella politica locale, per avviare un'altro ciclo che traghetti il paese verso nuovi orizzonti e garantire sicurezza per il futuro, non puó essere presa sotto gamba, bisogna crederci, il futuro dipende anche da noi, non possiamo dire poi di non avere avuto altre opportunità.


Cominciamo noi dunque a rompere i vecchi schemi mandando a casa chi giá ha avuto le opportunità e le occasione di lavorare per la nobile causa pubblica.
Votiamoli questi ragazzi lo meritano per tutto l'impegno preso e per la determinazione assunta.

"Vivere Bonarcado"
Mi piace il programma della lista "vivere Bonarcado" capeggiata da una donna, interessante perché abbraccia in modo grandangolare le esigenze dei cittadini e ne traccia in ordine gli obiettivi che sono importanti per sollevare il paese dallo stato di menefreghismo e abbandono in cui vige da troppi anni ormai.

AUTONOMIA E PROGRESSO:
Propone ancora la sonnolenta amministrazione in carica.....
Piú che AUTONOMIA direi peró che tendono molto piú volentieri a fare i loro personali comodi, considerando che se ne fregano beatamente di tutti i cittadini e neppure hanno mai risposto alle tante domande poste, specialmente sul forum b.net.
PROGRESSO! C'é da chiedersi seriamente cosa intendono lor-signori per progresso considerando con dovuta presa di coscienza che negli ultimi dieci anni il paese é stato piú tendente alla regressione che allo sviluppo progressivo promesso col medesimo programma all'inizio della loro "avventura".

ARIDAJE CON: "MESSA IN SICUREZZA VARIE ZONE (rio Ungrone, Monte Armiddosu)"
Insieme al resto del programma e naturalmente in versione sintetica ricompare l'usurata frase, sempre la stessa, spiattellata ogni volta che in neretto hanno dato saggio delle cose fatte e delle cose da fare e quindi anche  la volontà di mettere in sicurezza i siti sopra citati... ma da chi poi!?

C'è da domandarsi cosa ci sarà mai nel Rio Ungrone da mettere  in sicurezza!?
Forse un sito di scorie nucleari segreto? In tal caso suona strano che nessuno mai ne abbia mai saputo nulla!?
Devo dire che la cosa é a dir poco preoccupante, sono dieci anni che ripetono che questi luoghi sono da mettere in sicurezza.

Che ci sarà mai sul Monte Armiddosu di pericoloso a tal punto da richiedere finanziamenti alla Regione?
Troppi cinghiali lo escludo visto QUANTI NE VENGONO ABBATTUTI tutti gli anni dai cacciatori che agiscono fuori ogni regola compatibile col territorio.
Forse vi si é imboscato Osama Bin Laden insieme al Mullá Omar? (scritto prima della cattura di Bin Laden)
Or dunque chiediamo l'intervento delle Nazioni Unite e di George walker Bush prima che sia troppo tardi!!

Quali siano poi le iniziative giá inserite nel bilancio !!?? Bohhh!!
Anche alcuni che gli furono fedeli storcono il naso: "non lo sa neppure lui" ha detto uno di questi "arrambau" al bancone del Bar dove dopo due o tre pinte la lingua si scioglie.

Forse sarà piú vitale e vispo sul tema della valorizzazioni dei terreni destinati a uso civico, e cioè edilizio. Visto che é il primo indirizzo che precede il resto del solito striminzito programma, sventolato in tutte le occasioni da dieci lunghi e inutili anni.
Il che la dice lunga sulle concessioni a personam e magari con ritorno a reddito-convenevole provenienti da tali manovre.
Non voglia occhio esperto andare a ficcare il naso nelle concessioni locali giá approvate e concesse per costruzioni di civile abitazioni durante regolare concordato, Forse ci sarebbe da far scomodare ben altre competenti autorità.
Sicuramente interessante dovrebbe essere l'aspetto riguardante il senno disordinato del disegno urbanistico (vicoli ciechi e strade senza sbocco etc etc.)
Un'altra sicuramente riguarderebbe il luogo senonché piú adatto a uso di zona verde, con alberi,giardini, fontane, piste ciclabili, passeggiate o almeno punti dove praticare degli sport all'aria aperta. 
Mai venisse loro in mente di queste idee, da fessi presumibilmente, considerato che forse c'é poco da mettere in tasca! 
Parlo di "Sa cunzada" di proprietà della famiglia Carta che fiancheggia la struttura turistica "Sa mola". 
Uno scempio é il disegno programmato allo stato attuale e di marcata incompetenza professionale per quanto riguarda le scelte adottate il quel sito.
"chi se ne frega, importante é fare cassa" NO!?

A parte il resto sintetizzato (saltato in padella) e riproposto come specchietto per le allodole, magari pensando il bonarcadese medio caschi nella nella stessa trappola per ben tre volte di seguito... mahh!!  In tal caso ci sarebbe da segnalare una certa tendenza a farsi del male da soli per poi potersi lamentare ad ogni occasione col primo che capita...

Qualcuno mi deve spiegare cosa intendono per LOTTA AL RANDAGISMO...
No vi erano cosi tanti cani quando sono partito, possibile che adesso ve ne siano tanti da destare preoccupazione per la sicurezza pubblica?
RANDAGISMO!? Io sapevo fosse piú pericolosa la peste suina che puó compromettere seriamente la salute dei cittadini, oppure la rete idrica disastrata da precedenti lavori e fa si che i liquidi delle fogne si mescolino con la linea dell'acqua potabile, RANDAGISMO!  Forse mi sfugge qualche cosa? Mi sto arrovellando per trovare un nesso.
 Barack Obama nel suo programma ha messo fra le priorità la riforma dello stato sociale, l'assistenza sanitaria allargata a tutte le fasce sociali, investimenti orientati alla creazione di un tessuto capillare per incentivare le attività produttive e altro; parlava per ore nei suoi giri propagandistici agli Americani per chiedere la fiducia . Okey il paragono é esagerato ma mica poi tanto se uno vede le cose con spirito costruttivo e ambizioso.
Questi signori invece insistono con un foglietto stropicciato con su scritto: "interventi di lotta contro il randagismo"  o con altre promesse che giá sono previste per legge.....

OOOOHHHHHH GUARDA CHE NON SIAMO MICA DORMITI COME TE EHHH!!!!!
Cosa significa randagismo....ci sono forse troppi disoccupati che vanno a zonzo senza una precisa meta? O c'é qualcheduno che alza la cresta esprimendo le proprie oppinioni e dichiarando quello che pensa di chi fa il bello e cattivo tempo da dieci lustri? Sono forse questi i randagi da combattere? Voi vorreste usare l'autorità concessa dai cittadini per tappare la bocca di chi non sopporta piú lo stato di stagnazione letargica in cui vigono le istituzioni del paese? Signori, solo per capire, vi potreste spiegare meglio cosa intendete per randagismo?

La strada del cimitero!? 
Ma cosa dite!? Prima di tutti voi in Bonarcado, da quella strada si partiva per tutte le direzioni, era bella e larga e anche pulita, adesso guardate com'è ridotta, pare una mulattiera, un vicolo senza sbocco. Magari pensate di intervenire solo fino alla porta del cimitero ma avete visto in che stato é dopo  fino alla ricongiunzione con la nuova strada provinciale, sbarrata dal guardrail arrugginito. Sparito il vecchio asfalto, coperto da ogni tipo di rifiuti naturalmente, vi sono passate carcasse d'auto, ferraglie varie, amianto e residui provenienti da demolizioni edilizie.
 Non poteva essere meglio una strada comunale a senso unico che agganci la provinciale!?
 Ma a questo non pensano o forse per non cambiare Il bivio a bischero che collega la strada del cimitero alla nuova provinciale; meglio lasciare tutto in decadenza. Tagliare l'erba nel cordoli per loro é giá un'impresa eccezionale da portare vanto, a  quanto pare.

Che dire poi delle varie iniziative...in primis:" piú serivzi per i cittadini" di quali tipo di servizi, mi viene da dire, tipo quegli ricevuti da alcuni cittadini: snobbati e mandati via in malo modo dalla casa comunale .... sapete qualcosa in merito?  E quella simpaticona di impiegata che disse ad un'utente incredulo che non era mica a sua disposizione: "eh ite penzana ca seus a cont' insoro?" disse.
Di che servizi si parla (quali diritti beneficiari ha deliberato la giunta comunale in merito?)
Considerati quegli giá usufruibili previsti per legge,  e non sono certo varate dal comune di Bonarcado; avremo voglia di boccheggiare, se dipendessimo solo dalle vostre manovre!! 
Allora perché arrogarsi la paternità di cose che non potreste mai realizzare ma anzi all'incontrario vi mostrate sempre efficacissimi quando c'é da rendere le cose piú difficili, vuoi per via dello scarso coordinamento nell'adempire anche le funzioni di normale routine, vuoi spesso per scarsa capacità o negligenza di singole persone. 
Sarebbe questo il servizio per i cittadini che volete continuare a propinare ai cittadini? O come per incanto dopo dieci anni avete avuto un lampo di genio e ci riservate delle sorprese rivoluzionarie a tal punto  che tutti resteremo stupiti? 
Ho i miei dubbi ma come dire, provate voi a smentirmi, sempre che ne abbiate il tempo, nel senso che i Bonarcadesi hanno ancora voglia di essere gestiti dall'attuale amministrazione .

Della consulta giovani poi non fosse per i ragazzi della lista B.2.0 rimaneva argomento in alto mare, figuriamoci vi fosse venuto in mente di aggiungerlo al programma.

Non voglio prolungarmi sul resto delle scelte programmate. Con dieci anni avuti a disposizione se mai avessero avuto la vera ambizione di portarne a termine alcuni, adesso  potevano veramente essere oggetto di vanto, invece il mal contento generale la dice diversamente da ció che oggi vogliono ancora propinarci .
Trovo peraltro incredibile la caparbietà sulle proposte portati a vanto giá dalla prima apparizione sulla scena politica Bonarcadese.
"S'ainu mascu du zampias una orta ibbia, a su massimu duas"
Dice un proverbio tutto biddamiracolese e sono sicuro tutti ne terranno conto.

Siamo seri per favore il gioco prima o poi deve finire....


LA LISTA DELLA MARMELLATA "IL CILIEGIO" per la cronaca

Che dire di questa lista ideata durante contati fugaci nelle ore di pausa pranzo in qualche enoteca panineria, a bere al Bar o tramite telefonate dai rispettivi uffici durante le ore di lavoro al servizio dello stato, gratis.
Assemblatasi poi di tutti i componenti nelle riunione corali e spuntini consumati a nome del sociale impegno indirizzati al tornaconto personale.
Nome al garretto ma con tutte le interiora, ampio-so, amante del lieto vivere e della buona cucina locale, (biancu ruju e nieddu, bellu chi este una ninna, se nonché manovrabile come una cinquecento senza marmitta) é lui il candidato ideale a primo cittadino secondo un vecchio, giá sindaco a sua volta in quel di Bonarcado, quindi vanta buona conoscenza dei meccanismi che animano il palazzo sin dai tempi che furono....meglio o peggio, difficile da dire considerando che nei trascorsi poco é cambiato, Impresa ardua invece é fare delle classificazioni.
Tirare le somme invece non é difficile: povertà sempre ai massimi livelli, sviluppo fermo da secoli, tenore di vita: a parte quella agiata di pochi, alcuni tirano a campare,  il resto é costretto a emigrare.
 Il territorio da isola rigogliosa e fertile che era, anno dopo anno abbiamo assistito impotenti ad un continuo stato di abbandono contando insieme i danni causati dalle incurie e dagli interventi sbagliati: 
DEFORESTAZIONE; CACCIA E ALTRE ATTIVITÀ LEGATE ALLO SFRUTTAMENTO DEL TERRITORIO FUORI OGNI MISURA.
Anche per la lista della marmellata (Il ciliegio)) ideata e creata da un signore che a Bonarcado non ci vive da piú di cinquant'anni e che chi ha la mia etá ne ha giá subito in passato gli effetti oltreché le stagnazioni letargiche dell'amministrazione pubblica a causa del suo operato. Parlo del Dott. Uccio Fara ultimo sindaco democristiano eletto a Bonarcado ormai molti anni fa. Considerata la veneranda eta, 75 anni, cosa puó fare di buono per Bonarcanto, se giá sapiamo che ne ha avuto l'occasione in passato, e aggiungo anche l'energia, invece nessuno in quel di Bonarcado può oggi vedere i segni del suo passaggio tant'è che pochi lo ricordano, se non per avere beatamente fatto i suoi interessi personali e di casta lobbistica. Il resto in lista solo birilli e qualche stoccafisso.
Veniamo al programma che sa a dir poco dell'incredibile e la dice lunga sulla classificazione di uguaglianza sociale di tutte le donne e tutti gli uomini.
Dopo la presentazione e il giro formale sulle cose scontate, esordiscono con queste parole magiche:

"La famiglia intesa come comunità naturale e cardine della nostra società, fondata sull'unione tra uomo e donna sarà al centro della nostra amministrazione"
Vale a dire che chi é diverso, puó fare le valigie subito, il resto con questi percepirà i diritti sui denti o a rate 
.Se solo la famiglia per questi é piú importante  conviene sposarsi presto altrimenti si rischia non si acquisiscono i basilari e dovuti diritti civili.
Il segnale é evidente, in quelle frasi si rasenta una marcata tendenza omofobica e discriminatorie verso altre categorie sociali. 
Una sorta di razzismo sottile che non viene certo dall'alto o dal basso, ma bensí da persone inquadrate in contesti di socialità o già al servizio delle istituzioni; menti tarate!!?? Capita!
A volte anche SE solo in modo involontario, L'accostamento di questi é sottile ma non lascia lo stesso spazio ad equivoci e il risultato con tutti gli effetti derivati sono devastanti;  per chi non é inserito nei contesti considerati fondamentali, e cioè l'istituzione della famiglia basata solo sull'unione fra uomo e donna.

Se in questi casi di comportamenti omofobici a Bonarcado nessuno si occupa  seppur anche i mezzi d’informazione ne fanno spesso denuncia; c’è da noi nel contesto di una quotidianità che sfugge all'attenzione della cronaca ma di cui non è difficile cogliere i segnali,
e non appena si alzano le antenne si avverte che considerano “naturali” comportamenti discriminatori o espressioni dei pregiudizi e farli passare per normali.



Le incentivazioni di vecchio stampo accostabili alle massime totalitarie di quel che fu regime adulatorio e repressivo di molte fasce sociali; 
  In questa miseranda lista non mancano, che appropriandosi dell'essenzialità che la vita richiede, porta a bando promesse per accaparrarsi i consensi fortunatamente in possesso delle volontà individuali.
Il resto tra l'altro non cambia di contenuto, seppur nel contraddittorio del loro stesso agire, la musica é la stessa, i copioni si ripetono cambiando a tempo, modificando le note per dare senso di originalità.
Politiche sociali, famiglia, anziani, giovani, scuola, sport, urbanistica, ambiente, cultura, turismo, attività produttive, attività agro pastorali......etc etc
Come pensano questi signori di convincerci!? 
Che siano capaci di dare efficienza a una macchina comunale poi giá di per se portata a rimorchio da altri paesi capo lista e per quanto riguarda la gestione del territorio da tempo Bonarcado conta poco......
Avessero scritto che so di qualche iniziativa pionieristica, come sfruttare i proventi da una revisione totale per quanto riguarda le attività venatorie.
Curare l'aspetto idro geologico di tutti i salti comunali in modo da ripristinare la vegetazione e l'habitat naturale di molte specie selvatiche.
Oppure incentivare e favorire finanziamenti indirizzati al settore agro pastorale per creare nuove aziende e per promuovere i derivati con marchi di qualitá da proporre nel mercato globale.

Posta un commento