Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

lunedì 20 febbraio 2017

Martin Schulz vuole migliorare la riforma del lavoro...

...é la sua carta vincente. In Germania promettere di migliorare la riforma del lavoro durante la campagna elettorale, per il candidato alla cancelleria tedesca Martin Schulz é come calare un Pocker d'assi. Si tratta infatti di un tema molto sentito, e nello specifico auspicato dalla Sinistra tedesca che chiede proprio questo tipo di correzione sin da quando la riforma venne attivata.

Se Schulz riesce a fare ció che dice é una bella cosa: vuol dire piú garanzie per i lavoratori disoccupati, che allo stato attuale rischiano in breve tempo di finire incastrati nel sistema assistenziale Artz IV ( disocuppati di lungo termine ):
Gli effetti: ci saranno meno licenziamenti, e piú possibilitá di essere reintegrati nel lavoro una volta perso quello precedente avendo piú tempo e piú garanzie di copertura finanziaria in tutto il periodo. Mentre invece per chi dopo appena un'anno e mezzo di disoccupazione finisce in Artz IV subisce una sorta di pregiudizio inspiegabile; vale a dire che nei soggetti inquadrati in "Arbeitlos II" vi é una certa diffidenza da  parte dei datori di lavoro, da questa diffidenza infatti parte anche la svalutazione capacitiva del disoccupato, che dovrà subire e  accettare le condizioni salariali del "NUOVO PADRONE": Insomma si corre il rischio di passare da lavoratore di serie A ( anche se con qualifica alla mano, Curriculum, o qualsivoglia ) a lavoratore di serie B
( über Leistungen nach dem zweiten Sozialgesetzbuch (SGB II) Leistungen zur Sicherung des Lbennsunterrhaltes) 
Ebbene se Schulz andrà a "correggere" questi effetti anomali dell'intera riforma del lavoro firmata da Gerand Schröder, come per altro la Sinistra di Gregor Ghisi e Oscar Lafontaine hanno sempre denunciato, sarà un bel passo avanti per la locomotiva tedesca, che in effetti merita vanto del suo sistema lavorativo e delle forze a disposizione, mai abbandonate al proprio destino neppure nei periodi di crisi...

di
Barolus Viginti
Posta un commento