Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

venerdì 17 ottobre 2008

Da Bonarcado net: C´é un brutto segnale

Io direi che il motivo in cui pochi partecipano alle discussioni siano tutte tre le supposizioni fatte da Paolo, io aggiungerei anche la rassegnazione; penso che la gente é rassegnata, non crede più di tanto. Penso che molti hanno voglia di dialogare ma non lo fanno perché pensano sia inutile, oppure lo fanno nel posto sbagliato. Molti non hanno la possibilità di connettersi ad Internet, penso sarebbe molto utile aprire un Internet caffè e dare la possibilità a chi lo desidera di usare questo meraviglioso mezzo di comunicazione. A quegli iscritti su questo forum voglio dire (uso una frase resa famosa da Giovanni Paolo II) "non abbiate paura", partecipate,dobbiamo solo parlare, discutere, non dobbiamo dare degli esami, il nostro compito é cercare, per quanto ci sia possibile, di capire come stanno le cose e cercare di migliorare, di progredire, Se nessuno parla, se nessuno collabora in qualche modo, non é solo un brutto segnale, a mio avviso é una tragedia, invece di progredire si regredisce.
Mi piacerebbe dare delle risposte concrete per le domande poste da Paolo ma purtroppo non mi é possibile, credo debbano essere tutti i Bonarcadesi a cercare delle risposte ai quesiti in discussione
Pol dice perché nessuno si accorto del fallimento dell´hotel "Su Lare". Io mi domando invece perché nessuno ha fatto niente per evitare il fallimento, eppure si poteva evitare, per quel che proponeva, per i servizi che offriva, i clienti non sarebbero dovuti mancare. Su Lare é nato come centro di benessere, luogo di cura specializzato in trattamenti estetici e in altre specialità della medicina moderna. Io penso che i "clienti pazienti" dovevano essere mandati dal sistema sanitario regionale, dai medici o da altri specialisti. qualcosa non ha funzionato per verso giusto, oppure ha funzionato nell´INTERESE DI ALTRI. O forse, Su lare, é la prima vittima ( per quanto riguarda il nostro territorio) del federalismo. In Italia il federalismo sanitario esiste da sette anni e ha già causato i suoi danni. Non che prima fosse meglio ma almeno era aperta l´ipotesi speranza. Il federalismo sanitario funzionerebbe se tutti i servizi fossero standardizzati a tutto il territorio nazionale, a passo con i tempi, con tecnologie avanguardistiche e possibilità di fare ricerca. Il sistema attuale invece non da Più nessuna chance per migliorare, i pazienti, per curarsi, anche se lo potrebbero fare nella regione di origine, vengono indirizzati negli ospedali o luoghi di cure de nord. Non so esattamente dalla Sardegna , ma dalla Sicilia ogni anno partono 65.000 persone per curarsi negli ospedali e altri luoghi di cure della Lombardia e del nord Italia, poco meno sono quelle delle altre regioni del sud Italia, costrette, per curarsi, a fare lo stesso. Quindi questo significa che il sistema sanitario del sud, isole comprese, per curare i propri pazienti devono pagare gli ospedali del nord, della quale loro possono, avendo Più capitale a disposizione, rimanere all´avangurdia, usare le tecnologie Più moderne, comprare nuovi strumenti e fare delle nuove ricerche, mentre al sud, isole comprese, si chiude anche l´ipotesi della speranza, Il fallimento di Su Lare potrebbe essere la spiacevole causa conclusiva di ciò che ho appena detto.
Io penso che bisogna reagire, se tutti stanno zitti non si arriva a capo di nulla.
É vero, mancano le persone che hai menzionato, speriamo tornino al quanto prima ad esprimere le proprie opinioni, sono interessanti e utili a tutti.
Ciao a tutti
Posta un commento