Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

mercoledì 20 novembre 2013

Sardegna in ginocchio dal maltempo e per volontà politica


In relazione alle notizie fasulle da scartare e delle infondate teorie del complotto dove vedono e imputano tutto alla mano dell'uomo, io sono propenso a colare il tutto con le dovute cautele in rapporto a una vasta e ricca raccolta di fatti da cui poi nascono i miei sospetti, dubbi che in relazione a tanti riscontri ( ricordo che stiamo parlare di eventi naturali e "opera umana" quindi eventi provocati dall'uomo) le verificazioni diventano attendibili, verità approvate, anche se poi é difficile individuarne le responsabilità, sapiamo per certo che esiste la capacità tecnologica per causare fenomeni temporali artificiali.

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=2790&utm_campaign=UpCloo&utm_medium=inline-grey&utm_source=it-fa53RHrqs-risvegliodiunadea.altervista.org
L'America, l'Inghilterra e l'Europa possiedono segretamente e gelosamente tecnologie avanzatissime e con queste sono capaci di influenzare il tempo, influenzare le condizioni e i fenomeni climatici. In Irak ad esempio sono stati capaci di creare tempeste di sabbia artificiali fuori stagione eliminando totalmente le capacità offensive dei terroristi islamici e la resistenza pro Saddam (questo solo per farvi un'esempio) sono tanti gli scopi in cui possono essere usate queste conoscenze, di cui anche a scopo bellico. Creare dei disastri ambientali controllati possono tornare utile per plasmare le volontà e placcare le insorgenze di proteste reazionarie popolari: le esplosioni nucleari nel sottosuolo per provare terremoti a esempio, di cui in alcuni casi emergono plausibili per testimonianza attendibile. Quegli verificatesi in Italia in tempi di realtà politiche particolari . La Sardegna non sfugge a queste logiche di controllo in cui lo Stato Italiano vede sempre piú sfuggire dal proprio controllo l'Isola che é culla stessa della Repubblica Italiana ( non dimentichiamo che essa nacque sulle fondamenta della corona del Regno di Sardegna) che ora, piú che mai nei secoli, aspira a una maggiore autonomia, a un controllo fiscale diretto e autonomo, e perché no alla sovranità Nazionale che per altro pare sia obiettivo raggiungibile luminoso non oltre l'orizzonte. L'indebolimento economico é giá stato messo in atto da tempo, palpabile e visibile sotto i nostri occhi, e non basta piú. Il fermento in prossimità delle elezioni Regionali, i sondaggi che danno numeri scontati di sconfitta per una classe politica nazionale scaduta, fa ricorrere loro a metodi alternativi alla persuasione verbale non piú credibile, per cui il passo é breve: ""Bisogna mettere in ginocchio l'isola"" quale miglior modo terrorizzarli con un bel ciclone artificiale e magari riportarne alcuni all'età della pietra. Dove poi loro con quattro coperte e qualche pasto caldo ti vuole fare credere che ti é venuto salvare, a soccorrere nel momento del bisogno, a darti un scialuppa di salvataggio; ma dal momento che non vi portano al sicuro in nessun modo, dovrebbe fare nascere in voi da subito la capacità di fare delle giuste deduzioni. Intanto per tornare alla normalità bisogna rimboscarsi le maniche e salvare tutto quello che si puó dal fango: ecco: é in quel momento che dovete guardare chi realmente vi sta al fianco a darvi coraggio ed alleviarvi dalle fatiche, vi accorgerete subito quanto sia lontano lo Stato e quanto vi sia vicino il cittadino normale, il vicino di casa che magari fino a ieri non vi era neppure simpatico.
Barolus Viginti


 In Sardegna si paga anche per la cementificazione selvaggia e la trascuratezza nel territorio per quanto riguarda l'aspetto idro geologico; si interviene poco sulla messa in sicurezza dei corsi d'acqua e sulla capacità di drenaggio nel terreno, tanto meno si fanno previsioni in vista di eventi eccezionali come quelli in corso in gran parte della Sardegna. Purtroppo ci dovremo abituare a combattere anche questo tipo di eventi eccezionali per via dei cambiamenti climatici del pianeta..
La testimonianza di Antonio Muroni ( giornalista dell'unione e di Videolina) che denuncia la mala-politica e la burocrazia che in Sardegna condiziona doppiamente sulle scelte e sulle necessità dei cittadini. Sono questi motivi da impugnare, da portare davanti al governo centrale per sollecitare innanzi tutto il recupero dei 15 Miliardi che lo Stato deve alla Regione Sardegna in relazione alla vertenza entrate che comprendono i sette decimi conteggio dell'IRPEF mai restituiti alla Regione
         Citazioni di Barolus
La Sardegna è ufficialmente sotto modificazione climatica artificiosa dal 2002.:
http://www.dionidream.com/la-sardegna-e-ufficialmente-sotto-modificazione-climatica-artificiosa-dal-2002-se-22-fa-4/
""La mia terra colpita al cuore.. dolore e lutto..
come consuetudine anche polemiche e rimbalzi di responsabilità..Non ho sentito .nè letto un'assunzione di responsabilità, perchè TUTTI siamo responsabili :cementificazione selvaggia, dissesto del territorio,scarsa attenzione all'ambiente e incuria la fanno da padrone..Per molti la tutela del territorio è anti-moderno,blocca lo sviluppo e anche stavolta, passata questa triste emergenza,tutto tornerà comprima,c i saranno sempre "altre priorità" ..Quando capiremmo che non siamo padroni della terra ,che non possiamo prevaricare sulla natura,ma che dobbiamo amarla e rispettarla? Dè Andrè disse che Dio avrebbe scelto la Sardegna come paradiso.. non trasformiamola in inferno...in questo momento armiamoci di solidarietà e facciamo tutto ciò che possiamo per aiutare le persone in difficoltà, poi... riflettiamo a chi dare il nostro voto.. a chi affidare il nostro futuro..""
Citazione di Angela Mura


La Sardegna non é esclusa dal fare delle riflessioni su quanto segue:
Attenzione signori "sconfiggere i populismi" (come affermano alcuni personaggi al vertice nei governi europei allineati a favore dell'Euro, e artefici del fallimento Europeo, di cui anche Enrico Letta, presidente del consiglio italiano, fa parte e che al vertice vogliono rimanere) significa sconfiggere e azzerare la volontà popolare ,negare i bisogni dei cittadini. che vede invece nelle esigenze prioritarie maturare la forza e orientarla in una forza politica capace di confrontarsi e mettere in pericolo la posizione dei personaggi in questione, quindi smascherando i loro giochi, e magari costringerli ad abbracciare azioni politiche Populistiche, appunto, cioè contrarie agli interessi di casta, delle mafie e dei massoni che commendano e riescono a fare ancora il bello e cattivo tempo. Allora: se come cittadino ( Populista per l'appunto) deduci che qualunque cosa pensi su di loro, qualunque cosa dorresti fare per migliorare la tua condizione, sia sbagliato, vuol dire che continui a fare delega a questa classe politica vergognosa e scaduta, in modo che continuano a decidere per te; classico comportamento populista (eh si: populista eri e populista rimani, per l'appunto). SE invece deduci che le tue deduzioni siano giuste, che siano in coerenza a un'analisi realistica, quindi alternativa produttiva e costruttiva appropriata; vuol dire che sei a passo con i tempi, che hai preso coscienza che ai nelle mani un'arma micidiale che si chiama scelta decisionale; é la scelta giusta, la scelta veramente populista, che rispecchia alla perfezione la tua posizione sociale, la tua posizione di cittadino lavoratore di tutti i gradi, dalle qualifiche piú basse a quelle piú alte, si chiama Movimento 5 Stelle. Quando poi non ti tornano i conti non dire che non sei stato avvisato.
Di Barolus



Posta un commento