Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

lunedì 28 marzo 2016

Dalema non sa quel che dice

Fuori di testa!!
Per fare una cosa del genere non esistono le condizioni; prima di costruire moschee sarà piú opportuno dare a tutti i cittadini, indistintamente che siano nativi o stranieri, la possibilitá di vivere degnamente: equità nelle tariffe sindacali in base anche ai meriti, quindi la sicurezza di un salario per tutti, la casa per tutti, l'assistenza sanitaria per tutti...
Quando poi questi signori si decidono a una convivenza pacifica nel rispetto di tutti, allora si potrebbe parlare di moschee...
Allo stato attuale sarà meglio distruggere anche quelle esistenti, in particolare quelle abusive, prima che sia troppo tardi...
Certe cose D'alema non le vede nella vita reale, vive nel suo mondo privilegiato, e da per scontato che basta accontentarli concedendo la cosa che a loro é piú cara, ma non é così, la loro priorità é instaurare la legge della sharjah che é totalmente incompatibile con la civiltà occidentale; bada bene, questo non lo vogliono solo i terroristi, lo vogliono tutti i migranti di fede islamica...
Per integrarli bisogna che abbiano accesso al voto, quindi possono e dovranno scegliere anche i loro candidati ( cosa che succede giá con risultati molto problematici e destabilizzanti, allargando ancora di piú il divario che divide i politici dai cittadini, non per condotta, ma proprio per lo stile della vita privileggiata) dopodiché arriveranno le proposte di legge (le loro proposte di legge) INIZIERANNO COSÌ; LE CONSEGUENZE IN PROGRESSIVO LE LASCIO IMMAGINARE A VOI, e dove non arriveranno con il voto democratico (aggettivo per altro che non digeriscono con piacere) arriveranno con le bombe, con il terrore...
Non possiamo sperare che poi questi si integrino, non lo faranno mai, non né saranno capaci e non lo possono fare mai perché sono indietro almeno cinquecento anni evolutivi rispetto all'occidente e al resto del mondo...
Per altro non si vedono neppure all'orizzonte figure "moderate, ragionevoli, emancipate" che possano trascinarli in un percorso verso il futuro diverso dalla strada imboccata. I loro leader, come quegli occidentali ( almeno in questo esiste una certa analogia) religiosi e non, sono lo specchio dei loro popoli, gli uni sono parte espressiva degli altri e viceversa, in modo anche piú fedele di quanto non sia per gli occidentali, ed é da questo che dobbiamo trarre con giusto criterio spunto di ragionamento.
C'é molto da lavorare, quindi per evitare lo scontro cruento fra civiltà, la prima cosa da fare non é certo costruire delle moschee ovunque, per altro con soldi pubblici, nostri.
Vivano in pace rispettando le regole vigenti, la religione degli altri, e di chi non crede; lavorino con dedizione e onestà, dopodiché di moschee né possono costruire quante ne vorranno: con i soldi loro si intende, e dopo che hanno pagato le tasse come tutti i cittadini...
https://www.facebook.com/246094578895061/videos/515369905300859/
Posta un commento