Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

lunedì 5 dicembre 2016

Circoscrizione esteri

Vince il SI ma con tantissimi dubbi
Inutile dirlo il voto estero mi lascia l'amaro in bocca, e non tanto per il risultato (anomali rispetto ai sentori pre-elettorali origliando fra le comunità di connazionali oltreconfine, e per quanto mi riguarda nella città che mi ospita da molti anni ) stando ai numeri della Germania, ma che rispecchiano in linea di massima tutto il complessivo delle ciscrizioni esteri : Elettori 581.433 Votanti 169.010 29,06 %
tali dati dicono che la maggior parte degli italiani emigrati non hanno tanto a cuore quanto succede in Italia, e tanto meno nel partecipare se chiamati a fare delle scelte importanti come quelle richieste nell'espressione del voto democratico per scegliere i propri rappresentanti politici che devono guidare il paese e amministrare gli interessi dei cittadini, anche il loro quindi.
É triste captare la lontananza di questa gente da quegli che dovrebbero essere i loro principali interessi; e la mancata consapevolezza che gli disimpegna dai doveri, dal senso reale di appartenenza, anche di quella della Nazione che gli ospita in molti casi, considerando che é lontana pure la completa integrazione nella stessa. Tirano a campare aspettando che tutto piova dal cielo, e noi tutti dovremo trainarli sul groppone...
All'estero comunque il risultato é chiaro, non corrisponde alle scelte degli elettori che come me hanno votato NO... Renzi voleva vincere facile: l'aveva pur detto, e il sommario del voto estero é stato fedele a quanto aveva previsto. Pensava che un milione di voti esteri avrebbe fatto la differenza ma il risultato in Patria ha reso inutili anche i brogli nelle circoscrizioni esteri.
Comunque rimane il vergognoso e grave atto di manipolazione del voto popolare, reso facile per tutta una serie di incongruenze delle modalità in cui si vota all'estero: fra le quali, le schede che non contengono contrassegni di sicurezza per evitare contraffazioni; le schede che invece di essere spedite direttamente a Roma dall'elettore stesso, vengono rispedite al consolato, e nell'arco di venti giorni antecedenti al voto in Patria non si sa che fine facciano, né dove sono custodite, né chi le custodisce fino a che tutte insieme, due giorni prima, vengono spedite finalmente a Roma.
Il voto per corrispondenza é uno strumento di manifestazione democratica nuovo e utile, ma va rivisto e cambiato per renderlo piú sicuro. Intanto chiederei piú contato, comunicazione e informazione fra consolati e cittadini, che in effetto difetto molti dei quali non conoscono neppure l'esistenza dell'anagrafe esteri AIRE.Magari in futuro gli elettori all'estero potranno essere piú partecipativi, piú consapevoli e responsabili...
Posta un commento